Simone Fattori

SUONI NELL'ETERE

#UNACANZONEALGIORNO È UNA RUBRICA QUOTIDIANA PUBBLICATA CON THREAD SU TWITTER

#UnaCanzoneAlGiorno

In questo #18giugno parliamo di freddo. Quello che senti dentro a prescindere dalla temperatura esterna. Anna ha freddo, dentro. Colpa forse del suo lavoro: è un’attrice di film porno (è un’interpretazioni, ma l’autore potrebbe smentire o confermare).

Ha freddo soprattutto quando si chiude alle spalle il portone di casa, e sprofonda esausta tra le lenzuola cullata dai rumori della città e dei filmati in tv. Queste immagini compongono una delle più belle canzoni di uno che di canzoni importanti ne ha scritte a decine.

Nel 1999 Enrico Ruggeri decide di radunare una manciata di canzoni scritte per altri interpreti e di proporle con la loro anima originaria. L’album risultato di questo progetto è “L’isola dei tesori”, per certi versi paradossalmente, il miglior disco di Ruggeri.

Perchè lui è un autore generoso, e le canzoni che regala agli altri non sono certo suoi scarti. Scorrete la tracklist di questo disco e ditemi se non sono tutte grandi canzoni. Tra queste spicca Anna e il freddo che ha, per distacco la miglior canzone scritta da Ruggeri.
L’aveva regalata più di dieci anni prima al suo amico Gianni Morandi, ma con tutto l’affetto e la stima per lui, non rendeva completamente. Ruggeri la riprende, aggiorna l’arrangiamento con qualche cucchiaino in più di rock e soprattutto la condivide con Andrea Mirò.
Che da questo duetto nasca la loro relazione, non sorprende affatto. Una canzone da riascoltare in loop. Come un ferro da stiro/Nasconde le pieghe/Che il vento ti fà. #UnaCanzoneAlGiorno #Suoninelletere #musica

 

#UNACANZONEALGIORNO È UNA RUBRICA QUOTIDIANA PUBBLICATA CON THREAD SU TWITTER

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: